About Me

About Me

Se ti è piaciuto condividi..Share on Facebook
Facebook
0Share on Google+
Google+
0Tweet about this on Twitter
Twitter

11947574_10206843970313457_1056229414916465051_n

Mi chiamo Marta e sono originaria della provincia di Torino.
Ho lavorato per molti anni come educatrice nella mia città, mi piaceva il lavoro che facevo, con i suoi alti ed i suoi bassi, ma mi piaceva.

Allo scoccare dei miei 30 anni, però, mi sono guardata intorno, ma sopratutto dentro, e sentivo che tutte le sicurezze sulle quali mi adagiavo (casa, lavoro, vita di coppia) erano per me fonte di ansia più che di benessere. C’era un’energia che scalpitava dentro di me e, conscia di fare un salto nel buio, ho deciso di seguirla e vedere dove mi avrebbe condotto.

Ho pensato a lungo a cosa mi sarebbe piaciuto fare e mi sono resa conto che le alternative erano migliaia, quindi ho deciso di provare a percorrere tutte le strade verso cui mi sentivo portata, pensando: “Prima o poi sceglierò qualcosa o qualcosa sceglierà me”.

Il viaggio era in cima alla lista, così decido di candidarmi per diversi progetti di volontariato in giro per il mondo.

Nel frattempo, a seguito di un tanto inaspettato quanto piacevole incontro, decido di trasferirmi per qualche mese in Toscana ed apprendere l’arte della ristorazione ed accoglienza in un agriturismo, fornendo in cambio di ospitalità e formazione tutta la mano d’opera e la buona volontà che potevo mettere in campo.

Dopo qualche tempo arriva la tanto attesa notizia: mi hanno preso per un progetto in Indonesia. Sono al settimo cielo e, ovviamente, se pur in ansia per il cambiamento così radicale, non sto nella pelle per l’imminente avventura.

Quindi a marzo 2014 parto alla volta di un piccolo villaggio di Java centrale (Gajah), avrei insegnato l’inglese in una scuola locale.
Durante i mesi di permanenza nello stato indonesiano molto è cambiato, fuori ma sopratutto dentro di me; ho imparato veramente il concetto di cogliere l’attimo e goderselo fino in fondo, appreso il valore dell’imprevisto e dell’inaspettato, ma soprattutto ho vinto la sfida più grande, quella con me stessa: legittimarmi il fatto di essere felice e vivere pienamente la mia vita!

Da allora questa impostazione mentale non mi ha più abbandonato.

Certo ci sono ancora, e ci saranno sempre, momenti di sconforto e giorni bui, ma vengono affrontati con uno spirito diverso, tenace, guerriero che lotterà con unghie e denti pur di perseguire la felicità.

Una volta tornata dall’Indonesia, ho salutato con gioia famiglia e amici rimasti a casa, ma dopo poco tempo ho ricominciato a sentire la spinta al viaggio, al nuovo; perciò ho deciso di accettare un’offerta di lavoro in Austria nella cucina di un ristorante, avevo voglia di sperimentarmi in qualcosa di diverso e, sopratutto, necessitavo di rimpolpare l’esiguo capitale rimastomi.
E’ stata un’esperienza che, come tutte, mi ha insegnato molto, permettendomi di rinforzare tenacia, costanza e forza di volontà, qualità in cui non sempre riesco ad eccellere.

Mi sono resa conto che la spinta al viaggio inizialmente era la conoscenza del mondo e dei suoi abitanti, ma strada facendo è diventata la scoperta di me stessa e di coloro che abitano in me. Perciò ho deciso di vivere una vita in cammino…la meta la scoprirò strada facendo.

Questo blog vuol essere una raccolta di esperienze apprese lungo la via e momento di condivisione di idee, sogni e progetti.

Buon vento!